“LA CAMPAGNA D’ITALIA - I luoghi della guerra e della memoria 1943-1945”

October 26, 2015

“LA CAMPAGNA D’ITALIA - I luoghi della guerra e della memoria 1943-1945”

di Gabriele Rocchetti e Maria Angela Ferrara

Editore Mattioli 1885

 

La casa editrice Mattioli 1885 pubblica una collana, “Viaggi nella Storia”, particolarmente interessante per la sua impostazione. Si tratta di volumi che trattano argomenti storici – spesso, ma con interessanti eccezioni, legati ad eventi bellici – ma con un occhio al turismo. Oltre ad una corposa messe di informazioni storiche (corposa relativamente alla mole di un volumetto di 224 pagine) i luoghi degli avvenimenti storici vengono descritti seguendo il concetto di un vero e proprio itinerario turistico destinato a tutti gli appassionati di storia, ma non solo, con un continuo rimando tra la descrizione dei siti e delle loro offerte turistico-culturali e i fatti che vi avvennero, insieme ai segni da questi lasciati sul territorio.

Questo volume dedicato alla Campagna d’Italia – per essere precisi, ad una sua parte – si affianca e completa altre opere della stessa collana scritte sempre da Gabriele Rocchetti, in alcuni casi felicemente affiancato da Maria Angela Ferrara: “La linea Gotica”, “La linea Gustav”, “Le montagne dei partigiani” e “Le pianure dei Partigiani”. A completare il panorama sugli eventi bellici del secondo conflitto mondiale sul suolo italiano manca solo un volume dedicato allo sbarco in Sicilia su cui, siamo certi, gli autori stanno già lavorando.

Diciamo subito che i due autori sono perfettamente riusciti, nello spazio limitato del volume, ad inserire una mole veramente considerevole di informazioni, anche molto dettagliate, in modo chiaro e godibilissimo.

Il libro si apre con un capitolo dedicato ad una succinta, ma esaustiva, panoramica sull’intera campagna d’Italia, cui fa seguito una descrizione dei personaggi principali (i generali comandanti dei principali reparti militari, ma anche alcuni partigiani) a cui segue la cronologia degli eventi dal 10 Luglio 1943 (data dello sbarco alleato in Sicilia) fino alla cessazione del conflitto il 2 Maggio 1945.

Dopo questa parte introduttiva, inizia la parte più corposa e caratterizzante del volume, ovvero i capitoli dedicati ai “Luoghi”, ciascuno incentrato su un territorio dove si è svolto uno degli avvenimenti più importanti degli scontri sul suolo italiano: lo sbarco di Salerno, la Battaglia di Ortona, le battaglie di Cassino, lo sbarco di Anzio e Nettuno, la battaglia di Ancona, la battaglia di Rimini e lo sfondamento della Gotica con “obiettivo Bologna”.

Ogni capitolo si apre con una breve introduzione cui seguono le descrizioni dei luoghi principali dove si sono articolati gli avvenimenti, ciascuno introdotto da una descrizione generale e turistica e quindi il racconto abbastanza particolareggiato degli avvenimenti bellici, insieme ai resti lasciati dal tempo (ad esempio, fortificazioni) e ai segni che la popolazione o le autorità hanno voluto lasciare a memoria di questi tragici eventi, come musei (sempre segnalati con recapiti, orari di apertura e prezzo), monumenti o targhe commemorative, fino al triste monito dei cimiteri di guerra. Ciascun capitolo si chiude con una scheda di interesse turistico, con indirizzi e numeri di telefono per informazioni generali, dove mangiare e dove dormire.

In questa sede ci interessa particolarmente il capitolo dedicato alla battaglia di Filottrano, giustamente inserita nella più ampia cornice delle battaglie per la conquista del porto di Ancona che vide, contrapposti ai tedeschi, il Secondo Corpo d’Armata Polacco insieme alle truppe italiane fedeli al “Regno del Sud” del Corpo Italiano di Liberazione (CIL), fatto questo di fondamentale rilevanza storica e civile per tutti gli italiani, senza dimenticare il contributo dei partigiani, compresa la “Brigata Maiella” inquadrata con il corpo Polacco. 

Nella descrizione dei luoghi si parte da Loreto, ora sede del grande Cimitero Polacco, da cui il 2 luglio ebbe inizio, con la cosiddetta “prima battaglia di Ancona”, l’offensiva che aveva come obiettivo la conquista del porto dorico e l’annientamento delle due divisioni tedesche che tenevano il tratto adriatico del fronte. Si passa poi a Castelfidardo e Osimo, entrambe scenario degli scontri più feroci tra tedeschi e Polacchi durante la prima battaglia e di Ancona, e poi il corposo capitolato dedicato a Filottrano dove combatté la Divisione Paracadutisti Nembo inquadrata nel CIL. Riguardo a Filottrano viene descritta la situazione attuale riguardo lapidi e monumenti, il “museo” e le attività storico-turistiche, ma con una accenno anche all’auspicabile e speriamo prossimo potenziamento di questo patrimonio culturale e turistico.

La descrizione dei luoghi prosegue con Cingoli, Staffilo e Apiro, luoghi di azioni partigiane e di eccidi da parte dei tedeschi, la cui conquista vide di nuovo protagoniste truppe italiane del CIL. Segue poi il capitolato dedicato a Polverigi, Offagna e Agugliano, luoghi che videro i principali combattimenti e il rapido sfondamento delle linee tedesche durante la seconda fase della battaglia di Ancona. Nel libro viene giustamente sottolineato il contributo del CIL nel settore sinistro del fronte di sfondamento. Seguono poi Jesi – che, nuovamente, vide per prime le truppe italiane del CIL in veste di liberatori – e Chiaravalle, dove si concluse, provvisoriamente, l’avanzata polacca. Il capitolo si chiude, giustamente, con un’ampia sezione dedicata ad Ancona, obiettivo ultimo della battaglia iniziata i 2 luglio del ’44 e conclusasi 16 giorni dopo.

L’intero volume è poi costellato di box con approfondimenti, curiosità o argomenti che non trovano spazio in specifici capitoli (come la liberazione di Napoli, Roma, Firenze e Milano), nonché da un ricco apparato iconografico, che vede far da padrone interessanti fotografie attuali dei luoghi (monumenti, cimiteri, musei, panorami) descritti nel volume.

In conclusione, si può sicuramente affermare che questo libro è intelligentemente costruito, riuscendo ad invogliare il lettore a visitare i luoghi descritti e i drammatici avvenimenti narrati, con inefficace opera di promozione di un intelligente turismo storico-culturale.

 

Marco Astracedi - Francesco Giovagnoli / SIGNAdesign

 

Ronchetti, Gabriele, e Ferrara, Maria Angela, “La Campagna d’Italia. I luoghi della guerra e della memoria 1943-1945”, collana “Viaggi nella Storia”, Mattioli 1885 Editore, Fidenza 2015. 224 pagg., Euro 17,50.

www.viagginellastoria.it

 

 

 

Please reload

Featured Posts
Recent Posts

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Please reload

Archive
Search By Tags
Please reload